WP 77|15 Comunità e cooperazione: l’evoluzione delle cooperative verso nuovi modelli di partecipazione democratica dei cittadini alla gestione dei servizi pubblici

Research Area: Innovative models
Edited by: Pier Angelo Mori

Le cooperative di comunità che si stanno diffondendo in molte parti del mondo sono il punto di arrivo di un processo evolutivo che ha visto il progressivo spostamento del baricentro delle cooperative da particolari gruppi sociali e professionali alla società nel complesso. Questa evoluzione è contrassegnata da due principali eventi. Il primo si è verificato all’inizio del XIX secolo, allorché sono apparse le prime cooperative di comunità che servivano intere comunità. Un ulteriore cambiamento è avvenuto verso la fine del secolo scorso, con l’allargamento degli obiettivi delle cooperative fino ad abbracciare il benessere collettivo. Da questo processo evolutivo emergono quattro tipologie di cooperative che, considerate nel loro insieme, costituiscono una classificazione esaustiva dell’universo cooperativo, entro cui vanno collocate le cooperative di comunità. Il termine è relativamente nuovo e organizzazioni simili o identiche sono state denominate in modo diverso in tempi diversi. Inoltre, benché le nuove cooperative di comunità abbiano in comune alcune caratteristiche fondamentali, presentano marcate differenze al loro interno e rispetto alle forme anteriori. Per fare chiarezza, elaboriamo un nuovo concetto di cooperativa di comunità, coerente con l’evoluzione di questa forma organizzativa e con la classificazione generale delle cooperative. Gli elementi fondamentali del concetto sono i beni di comunità, il territorio e la cittadinanza, che vengono discussi dettagliatamente e con riferimenti a casi concreti. Quindi esaminiamo in cosa le nuove cooperative di comunità si differenziano da quelle storiche. Il lavoro si conclude con una breve discussione delle loro prospettive future.

Download .PDF