Master GIS from Euricse Network

Master GIS

Published on 29/06/2020by redazione

Presentata la XXV edizione di Master GIS: ecco il nuovo sito dedicato!

Sono ormai tantissime le edizioni del Master GIS, il Master Universitario in Gestione delle Imprese Sociali. Quella 2020/2021 è infatti la numero 25.
Per festeggiare questo traguardo importante abbiamo presentato il nuovo logo, un sito dedicato e l’originale brochure.

Nel frattempo scopri i requisiti e le modalità di iscrizione consultando il nuovo bando completo. Ora è disponibile anche l’application per iscriverti.


L’obiettivo del Master GIS è creare i nuovi “manager del sociale”: persone in grado di comprendere la complessità del contesto economico e sociale e di operare in esso coniugando efficacia ed efficienza imprenditoriale con benessere collettivo, e sostenibilità economica con integrazione sociale. 

L’85% dei corsisti delle passate edizioni del master ha avuto l’opportunità di una prima collaborazione professionale coerente col profilo formato entro 12 mesi dal termine del master GIS; fra essi, il 50% con la stessa organizzazione che li ha ospitati durante il periodo di stage.

Il percorso formativo6 mesi di didattica e 5 mesi di stage. I 6 mesi di didattica (novembre 2020 – 30 aprile 2021) prevedono una serie di moduli, al termine di ciascuno dei quali è prevista una verifica dell’apprendimento. Lo stage obbligatorio consiste in 5 mesi full-time (maggio 2021 – settembre 2021) presso imprese sociali o organizzazioni non profit.

Al termine del periodo di stage è richiesto ai corsisti di redigere il proprio “bilancio delle competenze professionali acquisite”, attraverso la stesura di una tesi conclusiva che da’ accesso alla consegna del diploma di Master di Primo Livello, con il riconoscimento di 60 crediti formativi.

Per maggiori informazioni consulta il sito Master GIS.

Leggi tutto
Published on 09/06/2020by redazione

Aperte le iscrizioni per la XXV edizione del Master GIS

Online i requisiti e le modalità di iscrizione: consulta il nuovo bando completo. Ora è disponibile anche l’application per iscriverti.

Sono ormai tantissime le edizioni del Master GIS, il Master Universitario in Gestione delle Imprese Sociali. Quella 2020/2021 è infatti la numero 25.
Per festeggiare questo traguardo importante non mancheranno le sorprese e le novità.

Nel frattempo scopri i requisiti e le modalità di iscrizione consultando il nuovo bando completo. Ora è disponibile anche l’application per iscriverti.


L’obiettivo del Master GIS è creare i nuovi “manager del sociale”: persone in grado di comprendere la complessità del contesto economico e sociale e di operare in esso coniugando efficacia ed efficienza imprenditoriale con benessere collettivo, e sostenibilità economica con integrazione sociale. 

L’85% dei corsisti delle passate edizioni del master ha avuto l’opportunità di una prima collaborazione professionale coerente col profilo formato entro 12 mesi dal termine del master GIS; fra essi, il 50% con la stessa organizzazione che li ha ospitati durante il periodo di stage.

Il percorso formativo? 6 mesi di didattica e 5 mesi di stage. I 6 mesi di didattica (novembre 2020 – 30 aprile 2021) prevedono una serie di moduli, al termine di ciascuno dei quali è prevista una verifica dell’apprendimento. Lo stage obbligatorio consiste in 5 mesi full-time (maggio 2021 – settembre 2021) presso imprese sociali o organizzazioni non profit.

Al termine del periodo di stage è richiesto ai corsisti di redigere il proprio “bilancio delle competenze professionali acquisite”, attraverso la stesura di una tesi conclusiva che da’ accesso alla consegna del diploma di Master di Primo Livello, con il riconoscimento di 60 crediti formativi.

Per maggiori informazioni consulta la pagina dedicata al Master GIS.


Leggi tutto
Published on 05/08/2019by redazione

Marco Bombardelli, nuovo direttore del Master GIS

“Anche nel no profit servono professionisti ad hoc”

Un momento di pausa per i corsisti durante il Master 2018/2019

Da maggio Marco Bombardelli, docente ordinario a Giurisprudenza, esperto in diritto amministrativo e rapporti tra pubblica amministrazione e mondo no profit, è il nuovo direttore del Master universitario in Gestione di Imprese Sociali organizzato da Euricse e dall’Università di Trento. È stato nominato dai Consigli dei Dipartimenti di Giurisprudenza, Economia & Management, Sociologia e Ricerca Sociale e ed ha raccolto il testimone di Luca Fazzi, professore ordinario a Sociologia, al timone del Master per due anni. Tra i primi atti di Bombardelli, l’allargamento del direttivo per aumentare il coinvolgimento dei Dipartimenti: le new entry sono Silvia Pellizzari, docente di Diritto amministrativo a Giurisprudenza, e Alessandro Rossi, docente di Economia e gestione delle imprese a Economia.


Abbiamo incontrato il professor Bombardelli per capire quale impronta vorrebbe dare al Master GIS. “Vorrei rafforzare la collaborazione tra dipartimenti in una logica interdisciplinare e creare un’ancora maggiore integrazione tra corpo docente e i vari insegnamenti che vengono impartiti”, ha spiegato.

Il prof. Marco Bombardelli, nuovo direttore del Master GIS

Come ha accolto questa nuova responsabilità?
“L’ho fatto volentieri. Seguo da anni il Master sia come docente sia come membro del direttivo. Sono consapevole che assumerne la direzione è un impegno, ma credo potrà darmi delle soddisfazioni, perché è un’iniziativa nella quale credo molto”.
Che valore ha il Master GIS?
“Innanzitutto, da studioso dell’amministrazione pubblica, sono convinto che, soprattutto per quanto riguarda l’erogazione dei servizi sociali, sia fondamentale la collaborazione con il Terzo settore. Più in generale, ritengo sia molto importante che nel mondo del no profit si formi una consapevolezza manageriale e che al suo interno si rafforzino delle competenze di natura economica e giuridica utili all’interazione con la pubblica amministrazione, le altre imprese e i dipendenti. Spesso chi lavora nelle cooperative e nelle imprese sociali lo fa perché è convinto dell’anima sociale della sua occupazione: il valore aggiunto di questo master è che fornisce anche altre competenze. Infine, non va dimenticata la stretta relazione tra teoria e pratica che contraddistingue il corso: parte consistente dell’impegno, infatti, si svolge sul campo, con tirocini presso le imprese sociali. È una formula indovinata”.
Su che cosa si concentrerà la sua direzione?
“La formula del Master GIS indubbiamente funziona, quindi la mia idea è di lavorare in continuità con quanto è stato fatto fino ad ora. Recentemente è stato adottato il nuovo codice del Terzo settore: il corso potrebbe diffondere la consapevolezza delle potenzialità di questa nuova disciplina e favorire la corretta comprensione delle dinamiche dell’imprenditorialità sociale e le potenzialità di sviluppo per il nostro Paese. Inoltre credo che il Master possa servire anche a favorire la comprensione dei modelli giuridici più corretti per i rapporti con la pubblica amministrazione. Infatti, c’è ancora molta confusione, ad esempio tra coprogettazione e gare d’appalto”.
Quali sono le sfide che questa iniziativa formativa intende affrontare?
“Serve consapevolezza del fatto che gli aspetti economico-giuridici non possono essere lasciati all’improvvisazione, o comunque considerati come secondari: anche nel nonprofit servono professionisti ad hoc”.

Leggi tutto
Published on 07/05/2019by redazione

Aperte le iscrizioni per il Master GIS 2019/2020

Sei interessato al mondo delle imprese sociali? Il Master Universitario in Gestione di Imprese Sociali – Master GIS – torna con la sua XXIV edizione. Con un approccio multidisciplinare, 6 mesi di didattica e 5 mesi di stage, formerà i nuovi “manager del sociale”: persone in grado di comprendere la complessità del contesto economico e sociale e di operare coniugando efficacia ed efficienza imprenditoriale con benessere collettivo, sostenibilità economica e integrazione sociale.

Il corso si rivolge a neo-laureati in lauree triennali, specialistiche o magistrali (in tutte le discipline) interessati ai temi dell’economia sociale, dell’imprenditoria e del management.

Le iscrizioni sono aperte fino al 10 ottobre 2019. Qui il bando.

A questo link è possibile iscriversi alle selezioni del Master GIS.

Per maggiori informazioni visita la pagina del Master GIS oppure contatta direttamente:

Paolo Fontana, Responsabile Area Formazione – EURICSE

Tel. 0461/282289

E-mail: formazione@euricse.eu

Leggi tutto
Published on 30/10/2018by redazione

Master GIS, numeri e profili dei nuovi corsisti

Chiuse le selezioni: 21 iscritti da tutto il Paese

 

Le selezioni sono concluse e l’inizio dell’anno accademico è ormai vicino. Sono 21 i corsisti selezionati per l’edizione 2018/2019 del Master GIS, il Master in Gestione di Imprese Sociali promosso da Euricse e Università di Trento (dipartimento di Economia e Management, dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, Facoltà di Giurisprudenza).

(altro…)

Leggi tutto
Published on 22/10/2018by redazione

Storie di stage: il racconto di Matilde

Lavorare per la sostenibilità. L’esperienza (a Modena) con Focus Lab

 

Mi chiamo Matilde Gorni e vengo da Modena. Dopo la laurea triennale in Economia Pubblica, ho conseguito la laurea magistrale in International Management, ma nonostante mi interessassero gli argomenti trattati e il mondo delle imprese, non mi sentivo pienamente soddisfatta della strada intrapresa. Mi sembrava che concetti come responsabilità sociale, sostenibilità, reciprocità e solidarietà fossero stati trattati troppo marginalmente nel mio percorso universitario. Per questo motivo ho deciso di iscrivermi al Master G.I.S., con la speranza di poter trasferire le mie conoscenze di Economia e Management in un mondo, quello del Terzo Settore, più vicino ai miei valori.

(altro…)

Leggi tutto
Published on by redazione

Storie di stage: il racconto di Marco

Con la coop Il Sestante (Padova) per imparare la progettazione

Sono Marco e vengo da Thiene, in provincia di Vicenza. Ancor prima di laurearmi in Scienze Politiche, Relazioni Internazionali e Diritti Umani all’Università di Padova, avevo deciso di lanciarmi in una nuova avventura, mosso dal desiderio di trovare un percorso di studi che desse concretezza a quanto stavo imparando e che fosse in grado di coniugare i miei due interessi più grandi: la politica dal basso e il settore sociale tout-court. Morale della favola: ho deciso di iscrivermi al Master GIS e devo ammettere che le aspettative sono state soddisfatte in pieno!

(altro…)

Leggi tutto
Published on by redazione

Master GIS, dopo sei mesi l’87% dei corsisti trova un lavoro

I numeri del placement. Entro il 10 ottobre le nuove iscrizioni

E’ considerato metro e misura per quantificare l’impatto di un percorso accademico e, quando i numeri sono positivi, la voce placement si rivela fonte d’orgoglio. Significa che gli studenti formati sono pronti er rispondere a fabbisogni reali. È il caso del Master GIS, il Master Universitario in Gestione di Imprese Sociali arrivato alle porte della sua XXIII edizione. Un percorso che anno dopo anno ha formato e accompagnato nel mondo del lavoro centinaia di giovani. Un dato su tutti: l’87% dei corsisti trova un’occupazione coerente con il profilo formato al corso. Quando? Subito: tra i sei e i dodici mesi successivi alla conclusione.

(altro…)

Leggi tutto
Published on by redazione

Storie di stage: il racconto di Sofia

A Firenze con Banca Etica. “Per conoscere la finanza sostenibile”

 

Sono Sofia e vengo da Firenze, dove, un anno e mezzo fa, ho conseguito la laurea triennale in Servizio Sociale. A quel punto, ho voluto arricchire la mia formazione con un percorso non convenzionale, che tenesse insieme i due temi che maggiormente avevano catturato il mio interesse nel corso del triennio: da una parte il mondo del non-profit e la funzione propulsiva del Terzo Settore, dall’altra una diversa interpretazione culturale dell’economia, fondata su principi di reciprocità, solidarietà e responsabilità sociale. Allo stesso tempo desideravo misurarmi in qualcosa di meno teorico, con un giusto equilibrio tra didattica frontale e applicazione di quanto appreso.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 12/09/2018by redazione

Storie di stage: il racconto di Stefania

Da Trento a Bologna per progettare eventi culturali (e sociali)

 

Mi chiamo Stefania Gadotti, sono nata a Trento e mi sono laureata all’Università di Verona in Scienze e Tecniche della Comunicazione Grafica e Multimediale. Dopo il percorso universitario ho deciso di mettermi alla prova in modo concreto: prima con un viaggio di volontariato in India e poi prestando servizio civile alla Fondazione Trentina Alcide De Gasperi. Grazie a queste esperienze ho deciso di avvicinarmi al mondo del non profit al fine di acquisire le competenze necessarie per lavorare nel Terzo Settore, per poterle affiancare a quelle pregresse in ambito comunicativo. Mi sono quindi iscritta al Master GIS, cogliendo così l’opportunità per apprendere i processi economici, le dinamiche interne ed esterne alle organizzazioni, nonché approfondirne le strutture giuridiche. Il Master è caratterizzato da un percorso teorico seguito da uno pratico, in cui si possono applicare le competenze apprese durante le lezioni frontali in alcune realtà presenti sul territorio, rendendo così l’attività dinamica e coinvolgente.

 

(altro…)

Leggi tutto
Published on 06/09/2018by redazione

Storie di stage, il racconto di Nicola

Genova, Trento, Perugia: le vie dell’agricoltura sociale

di Nicola Camadona

Sono Nicola Camandona, vengo da Genova e dopo la laurea in Scienze Internazionali e Diplomatiche ho lavorato tre anni in un’associazione di promozione sociale che si occupa di Intercultura e mobilità giovanile.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 31/08/2018by redazione

Storie di stage, il racconto di Laura

Il mio primo giorno a Kilowatt è stato un concentrato di tutte le idee, i tempi, le relazioni e i metodi di lavoro che avrebbero poi caratterizzando il proseguo del mio tirocinio. Ho ritrovato in pieno quel nuovo concetto di “fare impresa” che tanto stavo cercando..

Mi chiamo Laura Gabrielli ed esattamente un anno fa ho deciso di iscrivermi al master GIS con l’idea di trovare delle risposte alle mie domande e alle criticità che avevo sperimentato lavorando sia nel settore for profit che in quello non profit.

(altro…)

Leggi tutto