Published on09/08/2018by: redazione

Storie di Stage: il racconto di Eleonora

di Eleonora Bonotto

 

“..ho sentito il bisogno di colmare alcune lacune che mi impedivano di “dare gambe” alle mie idee. Volevo approfondire le mie competenze nel management sociale e consolidare le mie capacità..”

 

Sono Eleonora Bonotto, laureata in Ingegneria Biomedica. Sembra legittimo chiedersi “…cosa ci fa un ingegnere nel Master Universitario in Gestione di Imprese Sociali?”. La risposta è presto data: uno dei punti di forza del Master GIS è proprio accogliere corsisti con percorsi formativi eterogenei, così da permettere un ricco scambio di saperi e punti di vista. Questo aspetto, unito alle stimolanti docenze e al percorso di tutoraggio continuo, rendono il Master GIS un percorso formativo di grande valore.

Svolgo il mio tirocinio all’interno dell’ufficio “Progettazione & Sviluppo” del Consorzio In Concerto, dove ho la possibilità di cimentarmi in diverse attività tipiche delle imprese sociali: fundraising, peopleraising e progettazione sociale. Nello specifico mi occupo dello sviluppo commerciale e imprenditoriale di due cooperative sociali agricole aderenti al Consorzio: Campoverde e Ca’ Corniani. L’obiettivo è quello di rilanciarne le attività attraverso un percorso partecipato con i soci, in grado di riaffermare la valenza sociale dei due progetti imprenditoriali.

In Concerto è un Consorzio attivo nella provincia di Treviso, a cui aderiscono 19 cooperative sociali impegnate principalmente nell’educazione e nella riabilitazione di persone con disabilità psichiatrica.

Punto di forza del Consorzio è l’alto grado di integrazione tra le cooperative che lo compongono: queste, scegliendosi reciprocamente come partner commerciali, hanno sviluppato un florido mercato interno il quale, a sua volta, ha generato esternamente un sostanziale contributo allo sviluppo dell’economia locale.

Dopo alcuni anni di lavoro nel mondo della cooperazione sociale nella mia città natale, Vicenza, ho sentito il bisogno di colmare alcune lacune che mi impedivano di “dare gambe” alle mie idee. Volevo approfondire le mie competenze nel management sociale e consolidare le mie capacità.

Sono felice di essere tornata, seppur per una breve parentesi, tra i banchi universitari, e con il Master GIS di essermi messa in gioco e di aver visto fin da subito i risultati della miriade di stimoli ricevuti in 6 mesi di lezioni, seminari e lavori di gruppo.

La mia aspirazione professionale è di trovare un lavoro che mi permetta di mettere a frutto le mie capacità manageriali. Le conoscenze, le competenze e il grado di consapevolezza acquisiti nel corso del Master mi saranno sicuramente utili per portare avanti, o perché no far nascere, un progetto sociale di cui voglio sentirmi parte attiva.


La rubrica “Storie di stage” è stata creata per dare la possibilità ai corsisti del Master GIS di condividere le loro storie ed esperienze durante i periodi di tirocinio. Le iscrizioni per una nuova edizione del Master sono aperte. Per informazioni e iscrizioni visita la pagina dedicata al corso.

 

 

 

Tag
Master GISstorie di stage