Published on17/07/2018by: redazione

Storie di stage: il racconto di Beatrice Bersanini

di Beatrice Bersanini

 “..per fare progettazione non basta avere dimestichezza con i modelli teorici, è di fondamentale importanza conoscere bene anche il contesto nel quale si opera..”

Mi chiamo Beatrice Bersanini e sono laureata in Scienze Sociali per la Globalizzazione presso l’Università degli Studi di Milano. Dopo un’esperienza di stage in un’associazione parigina, ho deciso di iscrivermi al Master GIS per acquisire competenze specifiche del mondo del Terzo Settore, specialmente riguardo alla progettazione e al management. Il master mi ha permesso di avere una panoramica a 360° del mondo del no profit e, grazie ai lavori di gruppo, di mettermi alla prova e di scambiare saperi con il resto dei corsisti, provenienti da tutta Italia e non solo. Da un paio di mesi svolgo il mio periodo di tirocinio presso la Cooperativa Sociale La Rete, un’organizzazione radicata nella città e nella provincia di Brescia che opera per contrastare ogni forma di esclusione sociale attraverso attività e servizi nell’ambito del contrasto alle povertà, per la cura della salute mentale, accogliendo persone richiedenti asilo, con progetti di housing sociale, spingendosi di recente anche nel settore dell’agricoltura sociale.

Questa esperienza mi offre la possibilità di avvicinarmi concretamente alla gestione di un’impresa sociale e approfondire le parti sociali, economiche e organizzative. Tutte di rilevante importanza che dimostrano come le imprese sociali siano delle realtà sorprendentemente complesse. Inoltre ho l’opportunità di conoscere meglio le realtà sociali della città di Brescia.

Questo tirocinio è diventato un’occasione per approcciarmi a questioni sociali che prima non conoscevo e che ora, invece, posso approfondire e studiare da vicino. Mi rendo sempre più conto del fatto che per fare progettazione non basta avere dimestichezza con i modelli teorici, bensì è di fondamentale importanza conoscere bene anche il contesto nel quale si opera e gli enti con i quali si deve interagire.

In particolare mi sto occupando dell’avvio di progetti della Cooperativa La Rete nell’ambito della rigenerazione urbana, dell’agricoltura sociale e dell’implementazione dei servizi per il disagio adulto. Lo trovo un lavoro dinamico e stimolante, che mi consente di mettermi in gioco e di crescere sia da un punto di vista professionale che personale.

Per il futuro, spero di acquisire una preparazione completa e a tutto tondo sulla progettazione sociale e sulle diverse dinamiche che caratterizzano gli enti del Terzo Settore, con l’obiettivo di lavorare in questo settore e diventare una manager del sociale.


La nuova rubrica “Storie di stage” è stata creata per dare la possibilità ai Corsisti del Master GIS di condividere le loro storie ed esperienze durante i periodi di tirocinio. Le iscrizioni per una nuova edizione del Master sono aperte. Per informazioni e iscrizioni vista la pagina dedicata al corso.

Tag
Master GISstorie di stage