Reti tra imprese per l’inserimento lavorativo

Research Area: Misurazione e Impatto

 

Le relazioni con altre imprese private sono sempre più strategiche per le cooperative sociali: per diversificare le fonti di entrata, per strutturare filiere produttive, per trovare sbocchi occupazionali al termine dei percorsi di formazione e inserimento lavorativo. Relazioni in cui anche le imprese tradizionali possono trovare un valore aggiunto, sia dal punto di vista commerciale e di marketing sia come elemento di responsabilità sociale condivisa.

Lo studio del contratto di rete, oggetto del Rapporto “Reti di Inserimento Lavorativo” redatto da Euricse, illustra le sue potenzialità per rafforzare le cooperative sociali e strutturare in modo più efficace e strategico i loro rapporti con​ altre cooperative sociali e con le imprese tradizionali. ​

Un uso attento della disciplina dei contratti di rete può favorire e qualificare l’attività produttiva delle cooperative e offrire alle imprese convenzionali, in particolare nelle aree ad elevata presenza manifatturiera, una occasione concreta per divenire socialmente responsabili. Flessibilità e dinamismo, gestione condivisa del personale, possibilità di distacco agevolato e della codatorialità, sono elementi chiave che rendono lo strumento del contratto di rete adatto a migliorare le modalità di impiego e di formazione dei lavoratori, sia per facilitare il loro passaggio ad imprese convenzionali al termine del percorso formativo o di inserimento, sia per favorire lavoratori con difficoltà di accesso al lavoro (purché questo non sia l’unico obiettivo del contratto).

 

Download .PDF
Tag
reti

People involved

Related Projects