La cooperativa agricola fra tradizione e innovazione. Il caso della provincia di Trento

Research Area: Modelli innovativi
Edited by: Eddi Fontanari

In questi anni Euricse ha cercato con le proprie ricerche di comprendere e far conoscere meglio il ruolo della cooperazione agricola in generale (Fontanari e Borzaga, 2015) e soprattutto in provincia di Trento. In particolare, ha dimostrato che, se si tiene conto anche degli effetti indotti, il valore prodotto dall’agricoltura trentina, e in primo luogo dalla cooperazione agricola, è di gran lunga superiore al valore che risulta dalla contabilità provinciale. Inoltre, dall’approfondimento di alcuni casi di studio incentrati su singole cooperative è emersa la natura di organismo di filiera di queste organizzazioni, con un ruolo strategico e crescente non solo nella commercializzazione dei prodotti ma anche nella gestione e diffusione della conoscenza (Fontanari, 2018). Proprio la rilevanza della cooperazione agricola e l’individuazione di alcuni elementi di novità in merito alla loro giustificazione economica hanno suggerito di indagare ulteriormente e in maniera più approfondita le funzioni, tradizionali e nuove, di questo modello organizzativo. Soprattutto anche a seguito delle indicazioni contenute nel Programma di Sviluppo Rurale (PSR) 2014 – 2020, in cui particolare enfasi è posta sull’innovazione e sulla necessità di trovare degli strumenti e costruire un ambiente operativo (‘Gruppi operativi’) idonei a facilitare il trasferimento della conoscenza verso le aziende agricole.
Per approfondire le diverse attività svolte dalla cooperazione agricola moderna, si è realizzata un’indagine esplorativa su un campione significativo di cooperative agricole operanti in provincia di Trento. Nell’indagine sono stati utilizzati due questionari, uno rivolto alla figura apicale della cooperativa e l’altro a un campione di soci. Nel complesso, sono state intervistate 19 cooperative e 135 soci.

Download .PDF

Related Projects