Ricerca

ECOOPE – L’esperienza imprenditoriale cooperativa

Research Area: Modelli innovativi
Scientific coordinator: Sara Depedri
Project Manager: Ilana Gotz

Stato del progetto: in corso

Descrizione

Il progetto ECOOPE – Entrepreneurial Cooperative Experience – co-finanziato dalla Commissione Europea ed avviato ufficialmente nel mese di Aprile 2017, ha come obiettivo il miglioramento dell’occupazione giovanile in Europa tramite la diffusione di conoscenza e competenze legate all’imprenditorialità cooperativa. Il progetto, della durata di 12 mesi, riunisce una partnership composta da sette organizzazioni di cinque paesi diversi: l’Università di Cantabria e il Santander International Entrepreneurship Center (Spagna), Lappeenranta University of Technology (Finlandia), l’Università di Porto (Portogallo), Euricse (Italia), il Co-operative College (Regno Unito), il Portugal Entrepreneurship Education Platform (Portogallo), e l’Industrial City of Valle del Nalòn (Spagna).

Il ruolo di Euricse in questo progetto sarà soprattutto quello di condividere con gli altri partner la sua conoscenza in materia di metodologie formative legate in particolare al modello cooperativo, e di fornire una supervisione generale sulla qualità delle attività, prodotti e risultati del progetto.

Obiettivi

Tramite il design e lo sviluppo di azioni formative innovative che possono essere facilmente integrate nella formazione della scuola superiore e universitaria, ECOOPE vuole promuovere tra i giovani europei lo spirito e il modello cooperativo, pensato anche come strumento per acquisire competenze sociali e imprenditoriali che migliorino la loro capacità di accedere al mercato del lavoro, soprattutto in paesi caratterizzati da alti tassi di disoccupazione giovanile come la Spagna, l’Italia e il Portogallo.

Risultati principali

L’obiettivo della prima fase del progetto ECOOPE è di identificare e studiare i migliori programmi, metodologie e strumenti relativi all’educazione all’imprenditorialità cooperativa sviluppati in Europa. Saranno analizzati tutti gli aspetti dei programmi e corsi di maggiore successo grazie ai quali gli studenti hanno acquisito le capacità e competenze necessarie per l’avvio e la gestione di imprese cooperative. I risultati di questo lavoro saranno raccolti in una Guida alle Buone Pratiche disponibile e accessibile a tutti con lo scopo di aumentare la consapevolezza delle specificità e dei vantaggi di questo modello di impresa.

La seconda fase del progetto prenderà il via a ottobre 2017 con la progettazione e l’implementazione di due corsi pilota per studenti delle scuole superiori e dell’università. Questi percorsi proporranno una formula innovativa in cui gli studenti, raggruppati in squadre multidisciplinari, dovranno trovare soluzioni a problemi reali affrontati dalle cooperative nelle regioni che partecipano al progetto.

Gli studenti delle scuole superiori avranno la possibilità di simulare il lavoro in una cooperativa con un gruppo di giovani di diversi paesi e background, cimentandosi con problemi sociali di rilievo identificati dagli stakeholder locali.

Il percorso formativo per l’università invece prevede l’elaborazione di un programma “Erasmus per intra-prenditori cooperativi”, in cui gli studenti selezionati riceveranno una borsa di studio per passare da uno a tre mesi in una cooperativa europea, dove lavoreranno con una squadra di 3 o 4 studenti da diversi paesi e discipline su un progetto innovativo lanciato dalla cooperativa che li ospita. Questo programma vuole fornire agli studenti universitari una prima esperienza lavorativa in un ambiente internazionale, e allo stesso tempo fornire alle cooperative giovani talenti che possano favorire il ricambio generazionale, il miglioramento della performance delle università, e una maggiore abilità da parte degli studenti stessi di avviare una loro impresa cooperativa.

Il progetto si concluderà nella primavera del 2018 con un evento internazionale pensato per diffondere i contenuti innovativi e le metodologie sviluppate nel corso del progetto dai partner e collaboratori provenienti da cooperative, college, università, PMI e altre organizzazioni pubbliche e private in vari paesi europei.

Partner

Università di Cantabria e il Santander International Entrepreneurship Center (Spagna)

Lappeenranta University of Technology (Finlandia)

Università di Porto (Portogallo)

Co-operative College (Regno Unito)

Portugal Entrepreneurship Education Platform (Portogallo)

Industrial City of Valle del Nalòn (Spagna)

Tag
cooperativeformazioneimprenditorialitàprogetti EUYouth

Last publications

Related posts