Published on11/11/2019by: redazione

Le ricerche Euricse citate all’Assemblea generale Onu

Il Segretario generale Guterres ha fatto riferimento al World Cooperative Monitor e al Rapporto sulla cooperazione sanitaria

Durante la 74esima sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, svoltasi a New York nelle scorse settimane, nel report intitolato “Cooperative per lo sviluppo sociale”, il Segretario generale António Guterres ha esplicitamente e ripetutamente fatto riferimento ad Euricse citando sia il World Cooperative Monitor (WCM), ricco database che l’istituto di ricerca pubblica da 7 anni assieme all’Alleanza internazionale cooperativa, sia il Rapporto sulla cooperazione sanitaria nel mondo – “Cooperative health report” – che Euricse ha realizzato nel 2018 su incarico dell’Organizzazione internazionale sulla cooperazione sanitaria (IHCO).

In particolare il report del Segretario generale è stato discusso il 23 settembre nel Palazzo di Vetro newyorkese durante un meeting di alto livello sulla copertura sanitaria universale aperto dalle dichiarazioni del presidente dell’Assemblea Tijjani Muhammad-Bande e del direttore generale dell’Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Il documento “Cooperatives in social development“, nel quale Guterres ha citato ampiamente dati e studi frutto del lavoro di ricerca di Euricse davanti ai delegati dei 193 Stati membri, è dedicato al ruolo delle cooperative nel raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile ed era stato sollecitato dall’Assemblea Generale con la risoluzione 72/143. L’organo più rappresentativo delle Nazioni Unite voleva infatti essere informato sulle iniziative in grado di rafforzare la crescita e le performance delle cooperative. In quest’ottica, il World Cooperative Monitor pubblicato da Euricse per la prima volta nel 2012 e arrivato quest’anno alla sua ottava edizione, viene definito dall’Onu come “un’importante fonte di dati sulle cooperative”, a partire dai report sulle cooperative mondiali più grandi e dalla classifica sulle Top 300. I primi dati del WCM 2019 saranno presentati al convegno di ICA Americas a fine novembre, mentre la pubblicazione sarà disponibile online a breve.

Nelle pagine successive del report del Segretario generale si fa poi riferimento all’accesso alla cure sanitarie nel contesto dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. La panoramica dei servizi medici forniti dalle cooperative è arricchita da esempi provenienti da tutto il mondo, estrapolati direttamente dall’”Health report” di Euricse con l’Organizzazione internazionale sulla cooperazione sanitaria.

“È un riconoscimento di grande prestigio per il nostro lavoro ed un incoraggiamento a dedicarci ancora più intensamente allo studio della cooperazione, per portare dati, analisi e proposte all’attenzione non solo del mondo cooperativo, ma dei decisori politici e dell’opinione pubblica internazionale. Quando nel 2008 decidemmo che uno degli impegni di Euricse doveva essere il miglioramento della disponibilità di informazioni statistiche sul sistema cooperativo, avevamo ragione ”, ha commentato il presidente di Euricse, Carlo Borzaga.

“Crediamo nell’importanza della ricerca per lo sviluppo del movimento cooperativo. In particolare, siamo felici quando riesce ad uscire dalle aule e dalle pubblicazioni accademiche per diventare materia di confronto più ampio. Vederlo accadere nel Palazzo di Vetro, davanti ai rappresentanti di tutti i paesi membri delle Nazioni Unite, è una soddisfazione ancora più grande”, ha aggiunto il segretario generale, Gianluca Salvatori.