Published on16/09/2015by: redazione

Intervista a Yiorgos Alexopoulos, ricercatore di Euricse

L’impresa sociale, impatto sociale e bisogni finanziari

Yiorgos Alexopoulos è ricercatore presso l’ Agricultural University di Atene (Grecia) e Senior Research Fellow presso Euricse, all’interno del progetto “L’impresa sociale, impatto sociale e bisogni finanziari” (RiSE GRIT). Il progetto è finanziato dall’azione Marie Curie – Intra-European fellowships for Career Development (IEF), 7FP.

Yiorgos ha iniziato la sua esperienza ad Euricse nel giugno del 2014, e ha recentemente redatto il suo primo interim report per il progetto. È interessante rilevare come il progetto, presentato in collaborazione con Euricse in qualità di organizzazione ospitante, abbia ottenuto dalla Commissione Europea il punteggio massimo (100 su 100!). Lo scopo del progetto è quello di approfondire la conoscenza delle imprese sociali e del contributo che esse apportano per quanto riguarda il benessere complessivo della società, l’inclusione sociale e la crescita economica sostenibile, ponendo in particolare l’accento sulla ricca esperienza italiana. Il desiderio di Yiorgos è quello di dare il proprio contributo per tradurre i risultati scientifici in strumenti di policy, che siano in grado di sfruttare i vantaggi che le imprese sociali presentano rispetto a quelle pubbliche e for-profit.

La prova che il primo anno di studio e ricerca ha dato ottimi risultati è la nomina di Yiorgos all’interno del gruppo di esperti sull’imprenditoria sociale della Commissione Europea  (Groupe d’Experts de la Commission sur l’Entrepreneuriat Social” – GECES), unico esperto di origine
greca.

Yiorgos, ci racconti quali sono stati i maggiori risultati raggiunti durante quest’anno di lavoro a Trento?

Ho approfondito lo studio della finanza sociale a livello teorico ed emipirico, partecipando attivamente in importanti network di ricerca europei e progetti pilota, e somministrando a delle imprese sociali greche un questionario per analizzare i loro bisogni finanziari (lato domanda). Ho inoltre lavorato al supporto dello sviluppo di un progetto pilota, che ha come obiettivo quello di introdurre nel sistema della finanza sociale greca un meccanismo alternativo di supporto all’economia e all’impresa sociale (lato offerta e intermediari). Durante quest’anno ho anche provato ad esplorare la possibilità, per le Università greche, di introdurre moduli incentrati sull’economia e le imprese sociali (SE&SEs), sviluppare progetti di ricerca condivisi, motivare giovani ricercatori greci ad occuparsi del tema mettendoli in contatto con colleghi europei.

Leggi il resto dell’intervista sulla pagina in inglese.

Tag
economia socialeEuropaimprese socialiprogetti EU