News from Euricse Network

News

Published on 20/03/2019by redazione

“Coprogettazione, così si supera la mera competizione”

Borzaga a Napoli: con l’articolo 55 nuovi strumenti innovativi

Le firme in calce al documento sono già 200. Accademici di tutto il Paese – giuristi, economisti, sociologi – poi enti del terzo settore, funzionari pubblici, centrali cooperative. La mobilitazione, confluita in un testo a sostegno degli articoli 55, 56 e 57 del Codice del terzo settore, rimarca il buonsenso dei nuovi strumenti di regolazione dei rapporti con la pubblica amministrazione: “Coprogettazione, coprogrammazione e affidamento segnano una profonda innovazione, superando il principio della mera competizione”, ha spiegato Carlo Borzaga, ospite dell’Università Federico II di Napoli.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 15/03/2019by redazione

ImpACT in Friuli Venezia Giulia: parte la raccolta delle adesioni

Bilancio sociale, la metodologia di Euricse per misurare l’impatto sociale ed economico

La raccolta delle adesioni è già partita e si estenderà fino al 30 giugno. Federsolidarietà Friuli Venezia Giulia e Legacoop Sociali FVG, con il supporto scientifico di Euricse, lanciano l’opportunità per tutte le proprie associate di predisporre il bilancio sociale e sperimentare, così, un prospetto di valutazione dell’impatto sociale ed economico generato sul territorio. Ad essere utilizzata sarà la metodologia ImpACT codificata da Euricse, ovvero un processo articolato di rendicontazione e di valorizzazione delle competenze interne alla cooperativa. Un’occasione, dunque, sia per misurare la propria attività e codificare al meglio le strategie future, sia per rispondere alle istanze della riforma del terzo settore. I criteri di redazione del bilancio sociale sono già previsti dalla normativa regionale del Friuli Venezia Giulia e, in definitiva, il documento permette alla cooperativa di rendicontare su responsabilità, comportamenti e risultati delle azioni della propria organizzazione verso tutti i portatori d’interesse.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 07/03/2019by redazione

Lavoratrici della cooperazione: in Trentino sono il 56,2% del totale

Nei cda il 23%. “Donne in cooperazione”: priorità alla governance paritaria

È l’occasione per interrogarsi sull’avanzamento nella riduzione delle asimmetrie che, ancora oggi, segnano tanto l’economia quanto la società. La Giornata internazionale della donna è anche il momento per approfondire la presenza e il ruolo delle lavoratrici in uno dei settori maggiormente rilevanti per il Trentino: la cooperazione. Quante sono le dipendenti? Che posizione hanno? La loro presenza quanto incide nel comparto? Le risposte saranno contenute in una ricerca, condotta da Euricse e coordinata da Chiara Carini, dedicata alla cooperazione in Trentino. In attesa della pubblicazione, nei prossimi mesi, sono già disponibili i primi numeri: le dipendenti nelle cooperative trentine sono il 56,2% del totale. Ancora: dal 2012, le donne assunte nelle coop sono aumentate del 24%. Unico neo: pur essendo la maggioranza dei dipendenti, la presenza delle donne nei cda è pari al 23%.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 04/03/2019by redazione

Legacoop Umbria punta sulle “Imprese di comunità”

Presentato il libro e discussa la proposta di legge regionale

La presentazione del libro “Imprese di comunità” organizzato da Legacoop, svoltasi ieri a Perugia, è stata l’occasione per ragionare sulle prospettive di sviluppo di questa forma di impresa e sulla proposta di legge regionale sulle cooperative di comunità sottoscritta dai consiglieri regionali Rometti e Casciari, partendo dalle esperienze già presenti in Umbria.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 28/02/2019by redazione

Nuove economie, nuove società. Riscoprire Ostrom per un’alternativa possibile

Borzaga alla Fondazione Feltrinelli. “La cooperazione dev’essere vista come meccanismo di coordinamento”

Tutto sommato, nella presentazione dell’evento già si ponevano temi e domande che hanno animato l’intera serata, l’ultima del ciclo “There is (NO) alternative” ideato dalla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. “Nel sottobosco del mondo globalizzato fioriscono esperienze di economie cooperative, improntate alla condivisione e alla solidarietà, che fanno da argine alle insostenibilità del sistema globale. Queste nuove economie possono davvero essere alternative?”. Ancora: economia cooperativa, movimenti sociali e solidarietà possono rivelarsi argine all’insostenibilità di oggi? A rispondere, Carlo Borzaga, presidente di Euricse, e Bruno Frère, docente all’Università di Liegi. Due angolature diverse, eppure una conclusione assonante. Ovvero che un’alternativa al neoliberismo è praticabile. “A patto che ci si spogli delle teorie classiche della letteratura mainstream, incapaci di interpretare l’opportunità dell’economia cooperativa”, ha detto Borzaga citando il pensiero che è valso il Nobel a Elinor Ostrom. “La cooperazione – ha spiegato – dev’essere letta come meccanismo di coordinamento, alternativo sia allo Stato sia al mercato”.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 25/02/2019by redazione

JEOD: è online il nuovo numero della rivista

E’ online il nuovo numero (Volume 7, Issue 2) della rivista scientifica internazionale The Journal of Entrepreneurial and Organizational Diversity (JEOD).

(altro…)

Leggi tutto
Published on 12/02/2019by redazione

“Sviluppo e innovazione del Terzo Settore”: 3 milioni di euro per piani pluriaziendali condivisi

Foncoop, pubblicato l’Avviso 42 Strategico

L’Avviso 42 strategico del Fondo di Rotazione “Sviluppo e innovazione del Terzo Settore” stanzia 3 milioni di euro su base nazionale per piani formativi pluriaziandali condivisi.

Obiettivo dell’Avviso è sostenere percorsi di innovazione sociale delle organizzazioni di Terzo Settore promuovendo la nascita e il consolidamento di relazioni, di progettualità e iniziative condivise, finalizzate a rafforzare le capacità di analisi dei contesti di sviluppo e ridefinire strategie imprenditoriali.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 11/02/2019by redazione

Codice del Terzo settore, un invito a rimeditare le posizioni del Consiglio di Stato

Coprogettazione e coprogrammazione, lettera aperta all’ANAC

Docenti e studiosi firmano il documento partito dal “Club dell’articolo 55”

 

Prima l’entusiasmo, acceso con l’introduzione nel Codice del terzo settore di una più ampia gamma di strumenti per coprogettare, coprogrammare e gestire in convenzionamento servizi di interesse generale; applicando con coerenza il principio di sussidiarietà. Poi lo scoramento, generato dal parere del Consiglio di Stato (il n. 2052, reso dalla Commissione speciale di Palazzo Spada il 20 agosto 2018) che arretra il potenziale di una nuova stagione di collaborazione fra pubblica amministrazione e enti del terzo settore indicando – con piglio conservativo – l’unica via della gara d’appalto. Ora la risposta: una mobilitazione, confluita in un documento, promosso dal “Club degli amici dell’articolo 55” (nato ben prima del parere contestato, a dimostrazione delle speranze riposte nella riforma) e con cui giuristi, economisti, ricercatori ed esperti chiedono una correzione delle incongruenze e delle mancanze espresse dalla giustizia amministrativa. Obiettivo: esortare l’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) ad aggiornare le proprie Linee Guida nel rispetto (reale) del diritto e delle specificità del terzo settore.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 31/01/2019by redazione

Sviluppo locale, l’occasione delle imprese di comunità

Orvieto, presentato a Palazzo dei Sette il libro di Sforzi, Mori e Bernardoni

Oliveti (Cittaslow): “Nei borghi c’è fragilità, ma anche voglia di rivincita e di riscatto”

“Nei borghi e nelle aree interne c’è fragilità, ma c’è anche voglia di rivincita, di riscatto e di progetto”. Pier Giorgio Oliveti, segretario generale di Città Slow International è partito da qui. Indicando le sfumature in chiaroscuro dei piccoli territori italiani: in parte feriti da una lenta emorragia di abitanti e al tempo stesso capaci di slanci resilienti e innovative soluzioni di sviluppo locale. A Palazzo dei Sette, a Orvieto, Oliveti ha introdotto così la prima presentazione del libro “Imprese di comunità. Innovazione istituzionale, partecipazione e sviluppo locale” (il Mulino) curato da Jacopo Sforzi e Pier Angelo Mori. Un volume frutto di un percorso di ricerca avviato negli ultimi anni da Euricse che analizza, nelle parole di Sforzi, “uno strumento di sviluppo partecipato dai cittadini e capace di rispondere ai singoli bisogni dei territori”.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 29/01/2019by redazione

Territori accoglienti: l’incontro a Roma con il presidente Fico

Euricse e il Consorzio Nazionale Idee in Rete hanno incontrato a Montecitorio il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico. Un’occasione per presentare alla terza carica dello Stato il percorso di ricerca avviato in seguito al convegno “Territori accoglienti” e ripercorrere – con i promotori – le direttrici di un studio sulle modalità in cui terzo settore e enti locali hanno saputo rispondere alla sfida migratoria, avviando processi di accoglienza e integrazione sul territorio. Dal convegno è partita la stesura (in corso) di un libro bianco. E alcune delle pratiche protagoniste saranno raccontate dal presidente Fico.

(altro…)

Leggi tutto
Published on by redazione

La cooperazione nelle regioni italiane: il rapporto Istat-Euricse

Nel 2015, oltre il 50% delle cooperative è concentrato in sole cinque regioni: Lazio e Lombardia, con una quota intorno al 14%, seguite da Sicilia (10,5%), Campania (10,1%) e Puglia (9,3%). Ma la distribuzione del valore aggiunto secondo la regione delinea una maggiore capacità di produrre ricchezza delle cooperative residenti al Nord, che rappresentano il 36,2% del totale ma producono il 64,1% del valore aggiunto complessivo. In particolare, le cooperative dell’Emilia Romagna, pur essendo il 7,1% del totale, contribuiscono per il 22,6% al valore aggiunto, con una media di 1,5 milioni di euro per cooperativa; anche quelle della provincia di Trento realizzano un valore aggiunto medio per cooperativa di poco superiore al milione di euro. Sono solo alcuni, questi dei dati emersi nel rapporto Istat-Euricse sul settore cooperativo italiano. A emergere è anche uno spaccato delle diverse performance regionali. Di seguito alcune delle evidenze emerse nella ricerca.

(altro…)

Leggi tutto
Published on 25/01/2019by redazione

Cooperazione, in Italia produce 28,6 miliardi di euro

Presentato a Roma il primo rapporto Istat-Euricse sul sistema cooperativo
Borzaga (Euricse): settore economico spesso sottovalutato

Venturelli: (Confcooperative): fenomeno diffuso in tutto il Paese e resiliente nella crisi

Oltre 59.000 cooperative e un valore aggiunto prodotto in Italia che arriva a 28,6 miliardi, per toccare quota 31,3 miliardi considerando le controllate. Poi una reazione alla crisi ben diversa rispetto a Spa e Srl: i dipendenti del sistema cooperativo, dal 2007 al 2015 sono aumentati del 17,7%, mentre nelle altre forme d’impresa calavano del 6,3%. Sono solo alcuni dei dati emersi dal rapporto Istat-Euricse dedicato alle dimensioni del settore cooperativo italiano, ovvero il primo studio di questo genere prodotto dall’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) e presentato a Roma questa mattina, venerdì 25 gennaio. Un’indagine per ripercorrere (e pesare) i dati strutturali del sistema cooperativo, che si inserisce nell’ambito della convenzione di ricerca “Dimensioni, evoluzione e caratteristiche dell’economia sociale” stipulata tra Istat ed Euricse. “Ora abbiamo qualche elemento conoscitivo in più per smettere di sottovalutare un fenomeno tanto consistente per l’economia del nostro Paese”, ha spiegato Carlo Borzaga, presidente di Euricse, nel corso della tavola rotonda in agenda nell’aula magna di Istat. “La cooperazione? Un fenomeno diffuso in tutto il Paese, che ha mostrato resilienza negli anni più difficili della congiuntura”, ha aggiunto Marco Venturelli, segretario generale di Confcooperative.

  (altro…)

Leggi tutto