Pubblicato su 22/09/2016 da redazione

SIBEC: prossimi appuntamenti

Dopo la pausa estiva riprendono le attività nel ambito del progetto SIBEC, la Scuola Italiana dei Beni Comuni.

Di seguto riportiamo le attività e gli appuntamenti che ci vedranno impegnati nei prossimi mesi, sempre con lo scopo di far diventare SIBEC uno strumento per promuovere competenze, opportunità e una nuova vita ai moltissimi beni comuni presenti sul territorio italiano.Percorso-di-formazione-beni-comuni-volontariato-cittadinanza-e-amministrazione-pubbliche_imagefull

Trento

Lo scorso 13 settembre a Trento, SIBEC, Non Profit Network – CSV Trentino e Comune di Trento hanno presentato il percorso di formazione: “Beni Comuni: volontariato, cittadinanza e amministrazioni pubbliche”, rivolto a cittadini, amministratori pubblici, associazioni e volontari, scuole ed enti del terzo settore.

Il programma formativo è frutto di un Patto di collaborazione stipulato dal Comune di Trento in seguito all’approvazione, in data 18 marzo 2015, del “Regolamento sulla collaborazione tra cittadini ed amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani”.

Il corso sarà strutturato in 2 moduli che prevedono differenti temi e differenti metodi di insegnamento. Nel primo, il 30 settembre, si cercherà di definire una cornice d’azione precisa per i cittadini e per l’amministrazione. Nel secondo modulo (4 appuntamenti da ottobre a dicembre 2016) verranno portate esperienze dirette di buone pratiche già esistenti sul territorio italiano e locale, attraverso la testimonianza di esperienze dirette relative ai quattro temi principali enunciati nel Regolamento: riqualificazione urbana; gestione e cura degli spazi pubblici; creazione urbana e innovazione digitale; innovazione sociale e dei servizi collaborativi.

I partecipanti, attraverso lavori di gruppo, avranno la possibilità di conoscere queste realtà e apprendere informazioni necessarie per implementare a loro volta delle azioni di presa in carico di beni comuni attraverso lo strumento del Regolamento.

Il programma completo del corso.
Per partecipare al corso è necessario iscriversi entro il 23 settembre.
L’iscrizione è gratuita. E’ richiesta la partecipazione a tutto il percorso.

Umbria (l’evento annullato per l’impegno urgente delle amministrazioni locali)

SIBEC, in collaborazione con la rete dei comuni ANCI dell’Umbria e la Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, propone un nuovo percorso formativo dedicato a tutti i soggetti, sia pubblici che privati, intenzionati ad occuparsi della gestione dei beni comuni. Sarà un’occasione per mettere sotto la lente di ingrandimento quali opportunità di sviluppo e quali percorsi imprenditoriali potranno prendere vita dai beni comuni presenti nella Regione Umbria.

Questo percorso verrà presentato in un evento aperto al pubblico il giorno 29 settembre a Terni dalle ore 15.30 alle 19.00.

Apriranno i lavori del convegno: Alberto Naticchioni, amministratore unico della Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, Fabio Paparelli,  vice presidente della Regione Umbria e Leopoldo Di Girolamo, sindaco di Terni.

E’ prevista la partecipazione di: Alessandra Valastro, Università degli studi Perugia – Osservatorio Politiche partecipative dell’Umbria); Pierluigi Grasselli, Università degli Studi di Perugia; Francesca Malafoglia, Consulta Democrazia partecipativa di Anci Umbria, Gregorio Arena, Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà; Jacopo Sforzi, Euricse, Andrea Bernardoni, Dipartimento economico e finanziario, Legacoop Umbria; Paolo Casprini, Comune di Siena e corsista SIBEC e Paolo Fontana, Euricse.

L’iscrizione è obligatoria on-line tramite il sito della Scuola www.villaumbra.gov.it.

Per maggiori informazioni è possibile visionare la locandina con il programma completo dell’evento.

 

Follow up corso base 2016 e programmazione corso SIBEC 2017

Continua il percorso di tutoraggio con i partecipanti al corso base 2016, terminato formalmente a giugno con la presentazione di 20 project work.

Il 29 novembre i corsisti si ritroveranno a Roma con l’obiettivo di presentare un aggiornamento dei rispettivi project work che hanno come oggetto il recupero e la gestione condivisa di un bene comune all’interno della propria comunità. In questi mesi i corsisti hanno infatti portato avanti il lavoro sui territori sviluppando ulteriormente i progetti iniziali.

Il gruppo di lavoro di SIBEC sta definendo inoltre il programma della seconda edizione del corso base della Scuola Italiana dei Beni Comuni che partirà nei primi mesi del 2017.

Pavia

È in fase di progettazione un corso di formazione SIBEC sul tema della gestione condivisa dei beni comuni in collaborazione con il Centro Servizi Volontariato di Pavia.

Pavia fa parte dei 98 Comuni in Italia che hanno avviato un percorso di amministrazione condivisa adottando il “Regolamento per la collaborazione fra cittadini e amministrazione comunale per la cura, la rigenerazione e la gestione condivisa dei beni comuni”.